Cronache di Koh Pangan: la spiaggia, il maiale e lo yoga

0
39
fb-share-icon20

Ci eri stato molte volte in questa isola, la totalità per far festa sulla spiaggia Haad Riin fino all’alba. Adesso dopo 8 primavere, i cantieri cominciano ad affascinarti e i bambini che giocano a pallone ti danno fastidio, quindi la tua dolce metà sceglie come spiaggia base Haad Yao..

Una roba da sfondo di Windows, né troppo isolata nè troppo chiassosa, un incanto… Stranamente popolata da una tribù di cani di cui inizialmente ignori la funzione, da tutti però amati e tollerati.

È una mattina calda che mi accorgo del loro ruolo, quando dalle palme sbuca la tenebrosa orrida fiera suina. Con malvagia sicumera si aggira per i lettini per sfamare il suo infernale appetito. Il bestio si avventa anche sui miei avanzi, solo l’intervento canino dei guardiani della spiaggia lo ricaccia nell’ombra dalla quale era arrivato.

Onore dunque a questi pigri e arruffati paladini, che dormono 30 ore su 24 ma che vegliano sul nostro ozio balneare.

Ora che sappiamo essere al sicuro dalle razzie maialesche decidiamo di vedere lo ying dell’isola. Pare infatti che se da un lato essa sia il quinto girone dell’inferno con in più anche i travestiti, dall’altro vanta una incredibile comunità yoga. Un po’come inferno e purgatorio danteschi da un lato la movida più sfrenata, dall’altro la potenza dello spirito.

L’esperienza è molto intensa e da non esperto posso capire come sia facile entrare in comunione con il creato in una situazione così profonda… Resto stupito della meditazione su note di musica elettronica anni ’80,ma vabbè in fondo nello ying c’è sempre un po’ di yang e viceversa no?

Ciclo muniti esploriamo l’isola fermandoci a fare cangianti spese nelle baracche di frutta sparse per le strade… Oddio strade, percorsi a volte cementatati sarebbe più corretto chiamarli.

Visitiamo le spiagge del nord, bellissima Haad Mae e ci perdiamo in percorsi inaspettati all’interno della foresta

Per poi tornare nella nostra cara spiaggia per un cena al lume di candela in riva al mare. Un sguardo scodinzolante mi si avvicina, tieni amico mio te lo meriti, continua a vegliare su di noi…

0
39
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *