Malaysia e Singapore tips

PROGRAMMA E ALLOGGI

Fino alla fine degli anni 90 paese povero la Malaysia ha poi saputo trovare una indole capitalista che l’ha fatta diventare una delle nazioni economicamente più sviluppate dell’Indocina. Restano ancora aree molto povere, ma in generale il costo della vita è più alto della Thailandia (che se confrontata a Laos e Vietnam è anch’essa cara). Sebbene confinante con la Thailandia la parte continentale non ha spiagge paragonabili, vale la pena visitare la capitale, Kuala Lumpur e scendere poi a Melacca e Singapore.

La Malysia prosegue comunque anche nel Borneo fino a Kota Kinabalu, qui potete visitare il monte Kinabalu e la foresta del Borneo. Per raggiungere la foresta si può utilizzare un aereo delle compagnie locali o molto più avventurosamente risalire il fiume Tutoh con le speed boat. Occorrono 2 giorni di viaggio, ma è un’esperienza estremamente avventurosa.

Singapore è da anni una specie di New York asiatica, qui vedrete poche cose caratteristiche e la tecnologia a basso costo non c’è più da un pezzo. E’ un città stato non molto grande, vale la pena farsi un giro per apprezzare lo skyline e le architetture

DOVE MANGIARE

In Malaysia il cibo è molto vario e gustoso, con molti influssi cinesi sia nelle ricette che negli ingredienti. Nelle zone costiere non manca il pesce.

DA NON PERDERE

A Kuala Lumpur non può mancare una visita alle Petronas Tower, di notte sembrano 2 spade luminose, anche sulla KL Tower è possibile salire per ammirare il panorama. Nella capitale è presente una enorme Moschea e uno zoo. Poco fuori città è possible visitare un tempio buddhista costruito all’interno di una grotta.

In Borneo una escursione sul monte Kinabalu, la vetta più alta del sud est asiatico

Escursioni di più giorni nella foresta del Borneo, qui davvero vale la pena perderci anche una settimana, l’umidità è altissima, ma c’è la possibilità di perdersi in paesaggi meravigliosamente selvaggi.

CONSIGLI

La Malaysia è un paese abbastanza occidentalizzato e lo sono anche i prezzi, non occorre nessun visto per entrare. Kuala Lumpur è l’hub principale della compagnia low cost Airasia, può essere quindi una ottima base di partenza per voli economici.

Risalre il fiume Tutoh da Miri fino al parco del Borneo può essere fatto anche in piena autonomia, tuttavia è bene ricordare che l’ultimo tratto non è servito da trasporti pubblici, occorre noleggiare un gommone che vi porti tra i flutti minacciosi del fiume.

Nella foresta del Borneo esistono numerose escursioni, il mio consiglio è fatene quante più potete, specie se di più giorni, sono ricordi che vi resteranno per tutta la vita.