Vietnam tips

PROGRAMMA E ALLOGGI

Il Vietnam è una nazione che ha iniziato negli ultimi anni a capire quanto reddittizia sia l’industria del turismo. Ciò consente di visitare un luogo relativamente poco turistico, ma al contempo con il minimo sindacale di infrastrutture. La moneta è molto debole, ciò si traduce in costi molto bassi per gli Europei. Consiglio di partire da Ho CHi Minh e poi via terra risalire il paese toccando le città più rappresentative. Arrivati poi a Nord nella capitale Hanoi potete spingervi fino sui Monti di Sapa ai confini con la Cina.

Ho Chi Minh: la capitale offre sicuramente il miglior punto per visitare il delta del Mekong. Qui inoltre sono possibili visite ai bunker della guerra del Vietnam. Per i più “aggressivi” è possibile sparare con le armi di quei giorni alla cifra di 1 dollaro a cartuccia…con un mitragliatore M60 a raffica sono i soldi spesi più velocemente che ricordi. Non vi danno tappi per le orecchie, premunitevi se volete evitare spiacevoli dolori auditivi.

Mui Ne: Qui si trovano le famose dune di sabbia. Sorta di deserto del Sahara, costituiscono uno spettacolo unico, da vedere verso il tramonto.

Nha Trang: è una città dove si trova una fiorente comunità di pescatori molto pittoresca.

Hoi An:  è un vecchio porto commerciale dalle architetture molto europee.

Huè: città molto antica, tra le più antiche del paese, vale la pena per la sua collocazione tra monti e mare. Perdete un po’ di tempo a visitare i templi di Cham nell’antica città.

Hanoi: è strangolata dal traffico, i clacson suonano di continuo e attraversare le grandi arterie può essere un’impresa. La città vecchia è molto suggestiva e ricca di vicoli caratteristici.

Halong Bay: si raggiunge da Hanoi, considerata una delle meraviglie del mondo è un insieme di atolli e villaggi di pescatori. Fate un tour su una delle tipiche imbarcazioni, spendendo qualche giorno, ne vale sicuramente la pena.

Sapa: è una regione ai confini con la Cina, abitata dagli Hmong,un’ etnia dai tipici vestiti blu e rossi, che vi accompagneranno durante tutto il vostro trekking per poi cercare ovviamente di rifilarvi qualche manufatto. Vale la pena dormire una o due notti qui presso una casa degli abitanti del posto. L’acqua calda della doccia scaldata sul paiolo, la cena preparata come cento anni fa, vi faranno sentire immersi in un’altra dimensione.

DOVE MANGIARE

Il piatto tipico è il Po, una zuppa di noodle di riso e brodo di pollo, famosa perchè era il principale cibo dei Vietcong

DA NON PERDERE

Una gita sul Mekong e una visita ai bunker della guerra del Vietnam

Le dune di Sabbia di Mui Ne

Una gita di due giorni ad Halong Bay

Trekking sui monti di Sapa ai confini con la Cina

CONSIGLI

Affrontate il viaggio durante la stagione secca tenendo conto che a Sapa il sole picchia molto.

Vale la pena considerare di prendere un biglietto cumulativo del bus che vi permetta di visitare tutte le più importanti città del Vietnam. Spesso sono bus notturni con sedili simili a sdraio dove potrete dormire.

Gli alberghi sono estremamente economici e i vietnamiti hanno scoperto da poco le potenzialità del turismo. Ad ogni arrivo in città verrete assaliti da procacciatori di camere d’albergo, non sarà difficile quindi trovare una sistemazione.