Quale Guida?

 

Lonely planet, Touring, Rough… e chi più ne ha più ne metta…l’universo delle guide turistiche è infinito, ognuna con il suo stile e quantità di informazioni. Ma, anche qui, il nostro modo di viaggiare ci ha portato a scegliere quelle che rispondevano ad alcune caratteristiche imprescindibili: tascabilità, velocità di lettura, ricchezza e precisione di informazioni.

Certo, è ovvio che se si viaggia per un anno o per tre giorni è diverso, se si gira in aereo o in macchina “on the Strasse” (come abbiamo scherzosamente definito in nostro “on the road” durante il capodanno a Vienna) potete portarvi via anche la Treccani, se si visita una città o più nazioni è diverso.

Ma alla fine, quelle a cui proprio non riusciamo a rinunciare, sono le piccole e coloratissime Cartoville di Touring, piccole monografie sulle capitali. Sono ricchissime di informazioni, telegrafiche ma complete, ogni zona della città ha la sua mappa ingrandita e ripiegabile, insomma, davvero simpatiche e utili.

Se invece dovete affrontare un viaggio più lungo, qualunque guida voi scegliate, il consiglio che vi do è questo: leggetela prima di partire, createvi degli itinerari personalizzati, mettete dei post-it colorati nei paragrafi che vi interessano, per recuperare velocemente indirizzi e informazioni. Quando sarete poi nel pieno del viaggio, non perderete tempo a leggere una montagna di cose indecifrabili (sarete già impegnati a capire come funzionano i mezzi pubblici etc…). Meglio avere già una mappa mentale anche se con contorni non proprio delineati e poter essere liberi di riempirsi gli occhi degli scenari che vi si presentano, piuttosto che stare a testa bassa su un libro!