Perchè lo faccio?

  Il sonno è un pantano fresco di aria condizionata che impasta le membra e gli occhi. E’ vischioso, tenace, è inevitabile avere la tentazione di lasciarsi andare. Troppo sonno per formulare costrutti logici, solo un pesante pensiero “ma si, tanto cosa cambia? Sono le 5.30, tutto il mondo sta dormendo…” e a seguire poi la Read More …

L’Umbria inaspettata

Un sottile lama di luce che entra dal balcone accompagnata dall’esuberante canto degli uccelli. Nessun altro rumore, nessun colore esiste all’infuori di quella lama di luce, solo ombre in bianco e nero soffuse che dormono. Mi alzo, faccio scosto le ante e faccio entrare la realtà; un abbagliante bagno di luce e cinguettii invade la Read More …